Vai a sottomenu e altri contenuti

COVID19_CORONAVIRUS - INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

06/04/2020 - Attivato il servizio di supporto psicologico telefonico gratuito.

Attivazione servizio di supporto psicologico telefonico gratuito per la popolazione a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

È attivo da lunedì 6 aprile il numero telefonico 3501082391 per le richieste di sostegno psicologico gratuito.

Si può chiamare dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 17.00

APPROFONDIMENTO


06/04/2020 - Ordinanza del Presidente dela Regione Sardegna n 17 del 04 aprile 2020

E' pubblicata sul sito della Regione Sardegna l'ordinanza n. 17 del 4 Aprile 2020 a firma del Presidente della Regione Sardegna avente oggetto:

Ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da covid-2019 nel territorio regionale della Sardegna. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. Disposizioni per il contrasto dell'assembramento di persone. 

In sintesi le principali prescrizioni valide sull’intero territorio regionale fino al giorno 13 Aprile 2020

I luoghi pubblici o aperti al pubblico che si prestino all’intrattenimento di persone per attività motoria di qualsiasi natura, sono chiusi e interdetti all’accesso di persone;

Lo spostamento a piedi o con mezzi di locomozione, nei centri urbani e in aree extraurbane dell’intero territorio regionale, sono soggetti alle limitazioni previste dal combinato disposto dell'art. 1 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020 e dell'art. 1, comma 1, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 concernenti lo spostamento delle persone fisiche all'interno di tutto il territorio nazionale.

È sospesa l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante;

Sono consentiti, anche nelle giornate festive, i servizi di consegna a domicilio, a condizione che gli operatori siano dotati dei necessari DPI (mascherina e guanti);

Fatte salve le farmacie e le parafarmacie, è vietata l’apertura nella giornata di Domenica, degli esercizi commerciali di qualsiasi dimensione, per la vendita di generi alimentari;

È consentito ad un solo componente di ciascun nucleo familiare uscire, una sola volta al giorno, dalla propria abitazione per provvedere all’acquisto di beni necessari ed essenziali, ad eccezione delle uscite per l’acquisto dei farmaci, per le quali non ci sono limitazioni;

Per l’espletamento delle esigenze fisiologiche degli animali d’affezione sono consentiti gli spostamenti entro i 200 metri dalla propria abitazione.

È consentita, altresì, limitatamente ad una sola volta al giorno e ad un solo componente del nucleo familiare, l’uscita per la conduzione hobbistica di fondi agricoli, finalizzati al sostentamento familiare.

È consentito lo spostamento in prossimità della propria abitazione delle persone affette da gravi patologie che, per certificazione medica, richiedano la necessità di uscire almeno una volta al giorno, nel rispetto della distanza di un metro;

È fatto obbligo ai Comuni, qualora non ancora disposto, di provvedere alla sanificazione degli edifici pubblici e dell’arredo urbano del proprio territorio;  

Nei mezzi del trasporto pubblico locale, è consentito l’accesso ai passeggeri nella misura massima del 40% dei posti omologati e, comunque, garantendo il rispetto della distanza minima di un metro;  

Negli esercizi commerciali, inclusi i tabacchini, è vietato l’uso di apparecchi da intrattenimento e per il gioco.

In attuazione dell’art. 1, primo comma, lett. b) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020, è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

 ORDINANZA N17 DEL 04 APRILE 2017 - TESTO INTEGRALE PDF


02/04/2020 - Buoni spesa per l'acquisto di generi alimentari e di beni di prima necessità.

Si comunica che, a seguito dell'ordinanza n. 658 del Capo del dipartimenti della Protezione Civile, con Deliberazione G.C. n. 19 del 31/03/2020, è stata disposta l'erogazione di buoni spesa per l'acquisto di generi alimentari e di beni di prima necessità per consentire alle persone in stato di bisogno di soddisfare i bisogni più urgenti ed essenziali.

Potranno presentare domanda tutte le persone e/o famiglie, residenti nel Comune di Soleminis, in condizioni di disagio economico e sociale causato dalla situazione emergenziale in atto, provocata dalla diffusione di agenti virali trasmissibili (covid-19), che allo stato attuale abbiano perso la propria fonte di reddito.

Le domande potranno essere presentate entro il 6 aprile 2020 con le seguenti modalità:

  • Trasmesse tramite email al seguente indirizzo: sociale@comune.soleminis.su.it;
  • Depositate nell'apposita cassetta di legno situata all'ingresso del Comune, rigorosamente in busta chiusa indirizzata all'Ufficio di Servizio Sociale.

VAI ALL'APPROFONDIMENTO PER SCARICARE IL MODULO DI DOMANDA


31/03/2020 - Indicazioni sul corretto smaltimenti dei rifiuti

Pubblicato sul sito il manifesto con le indicazioni dettatte dal istituto Superiore di Sanità, per la corretta raccolta ed il corretto smaltimento dei rifiuti, da adottare dai soggetti POSITIVI e/o in QUARANTENA OBBLIGATORIA.

VAI ALL'APPROFONDIMENTO


26/03/2020 - Misure di contrasto alla crisi economico sociale determinata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19

ACCORDO QUADRO per l’erogazione della Cassa Integrazione in Deroga in Sardegna ai sensi dell’articolo 21 del Decreto-Legge n. 18 del 17 marzo 2020 e su altre misure di contrasto alla crisi economico sociale determinata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19;

Ambito di applicazione CIGD e causale in sintesi:

  • Possono richiedere il trattamento di integrazione salariale in deroga (CIGD) tutti i datori di lavoro del settore privato, ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore, compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, con riferimento alle unità produttive o operative di qualsiasi dimensione situate in Sardegna per i propri dipendenti a cui sia stata totalmente sospesa o ridotta parzialmente la prestazione lavorativa a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • I datori di lavoro possono, altresì, accedervi per i lavoratori intermittenti o a chiamata, gli apprendisti, i lavoratori somministrati, i lavoratori a orario ridotto, anche in regime di part-time verticale;
  • Posso essere beneficiari del trattamento di CIGD anche gli operai agricoli a tempo determinato;
  • Per tutti i lavoratori è riconosciuta la contribuzione figurativa e oneri accessori, per quelli agricoli le ore o giornate di trattamento integrativo in deroga sono computate quale lavoro effettivo ai fini del diritto alla prestazione di disoccupazione agricola;
  • La Regione, tramite l’assessorato del Lavoro e l’Aspal, alle lavoratrici e ai lavoratori domestici che abbiano avuto sospesa senza retribuzione la propria prestazione, garantirà un contributo una tantum a domanda individuale fino a 600 euro. 

 ACCORDO QUADRO PER LA CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA


26/03/2020 - Nuovo modello per gli spostamenti aggiornato

E' pubblicato il nuovo modello per gli spostamenti aggiornato al 26/03/2020

PAGINA DI APPROFONDIMENTO

MODULO AUTOCERTIFICAZIONE MINISTERO DELL'INTERNO


26/03/2020 - Proroga delle scadenze del Ministero dei Trasporti (patenti ecc)

Aggiornato l’elenco delle formalità (patenti, autorizzazioni, adempimenti) che beneficiano delle proroghe previste dagli artt. 92/4°, 103/1°, 103/2°, 103/3° e 104 del decreto-legge 18/2020.

scarica l'allegato 

ELENCO DOCUMENTI E SCADENZE DEL MINISTERO DEI TRASPORTI


25/03/2020 - ORDINANZA N. 11 DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE SARDEGNA

Ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID19 nel territorio regionale della Sardegna.

Tra i punti dell’ordinanza si segnalano:

  • CONFERMA della chiusura e l’interdizione dei parchi e giardini pubblici al fine di evitare assembramenti;
  • SOSPENSIONE dell’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio;
  • Fatte salve le farmacie e le parafarmacie, E’ VIETATA l’apertura nella giornata di domenica degli esercizi commerciali di qualsiasi dimensione per la vendita di generi alimentari;
  • È consentito ad UN SOLO COMPONENTE di ciascun nucleo familiare uscire, una sola volta al giorno, dalla propria abitazione per provvedere all’acquisto di beni necessari ed essenziali. La limitazione sul numero delle uscite non si applica all’acquisto di farmaci;
  • Per l’espletamento delle esigenze fisiologiche degli animali d’affezione sono consentiti gli spostamenti strettamente necessari ed esclusivamente entro i 200 metri dalla propria abitazione principale;
  • È consentita, altresì, limitatamente ad UNA SOLA VOLTA  al giorno e ad UN SOLO COMPONENTE del nucleo familiare, l’uscita per la conduzione hobbistica di poderi, orti, vigneti ed ortofrutticole in genere, finalizzati al sostentamento familiare;
  • Negli esercizi commerciali, inclusi i tabacchini, che ai sensi delle norme nazionali e regionali possano restare legittimamente aperti al pubblico è VIETATO l’uso di apparecchi da intrattenimento e per il gioco;
  • E’ CONFERMATO IL DIVIETO a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

SI ricorda che il mancato rispetto delle misure di contenimento sia punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 a 3.000 euro.

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE DEL 24/03/2020


24/03/2020 - Adozione nuovo DPCM.

Presentato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte il Decreto legge adottato nel Consiglio dei Ministri tenutosi a Palazzo Chigi.

'Il Decreto - ha ricordato il Presidente Giuseppe Conte - riordina la disciplina dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase emergenziale... Il Decreto legge sistema in un unico provvedimento le norme si qui adottate.'

Il decreto prevede che, al fine di contenere e contrastare i rischi sanitari e il diffondersi del contagio, possano essere adottate, su specifiche parti del territorio nazionale o sulla totalità di esso, per periodi predeterminati, ciascuno di durata non superiore a trenta giorni, reiterabili e modificabili anche più volte fino al termine dello stato di emergenza, fissato al 31 luglio 2020 dalla delibera assunta dal Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, una o più tra le misure previste dal decreto stesso. L’applicazione delle misure potrà essere modulata in aumento ovvero in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del predetto virus, una o più tra le misure previste dal decreto stesso, secondo criteri di adeguatezza specifica e principi di proporzionalità al rischio effettivamente presente.

PAGINA DI APPROFONDIMENTO


24/03/2020 - Modulo per l'autodichiarazione spostamenti aggiornato.

Si rende noto che e disponibile il MODELLO AUTODICHIARAZIONE SPOSTAMENTI AGGIORNATO editabile esaricabile collegandosi al seguente link:

MODELLO AUTODICHIARAZIONE SPOSTAMENTI AGGIORNATO

SI RICORDA CHE IL MODULO DEVE ESSERE COMPILATO NEI CASI DI SPOSTAMENTO PER:

  • COMPROVATE ESIGENZE LAVORATIVE;
  • ASSOLUTA URGENZA (“PER TRASFERIMENTI IN COMUNE DIVERSO”, come previsto dall’art. 1, comma 1, lettera b) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020 – (“è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute;);
  • SITUAZIONE DI NECESSITÀ (PER SPOSTAMENTI ALL'INTERNO DELLO STESSO COMUNE, come previsto dall’art. 1, comma 1, lett. a) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2020 (“evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo, nonche' all'interno dei medesimi territori, salvo che per  gli  spostamenti  motivati  da comprovate esigenze lavorative  o  situazioni  di  necessità  ovvero spostamenti per motivi di salute. E' consentito il rientro presso  il proprio domicilio, abitazione o residenza;”) e art. 1 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 marzo 2020) (“Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi  del  virus COVID-19 le misure di cui all'art. 1 del decreto del  Presidente  del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 sono estese all'intero territorio nazionale.”);
  • MOTIVI DI SALUTE.

 23/03/2020 - DPCM 22/03/2020 Ulteriori misure per il contenimento del Coronavirus

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il dpcm che introduce ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale.

Di seguito il in allegato il testo del Dpcm e l'elenco delle attività non sospese.

DPCM 22/03/2020

ELENCO ATTIVITA' NON SOSPESE

LINK ALLA PAGINA DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO


23/03/2020 - Integrazione della Regione Sardegna sulla attività agricola hobbistica

Di seguito si riporta integralmente la comunicazione della Regione Sardegna;

A seguito della comunicazione del Presidente del Consiglio dei Ministri della serata del 21.03.2020, in cui è stata annunciata la chiusura delle attività non funzionali alle necessità e ai servizi essenziali, a parziale modifica delle Disposizioni operative prot. n. 19860 del 20.03.2020, SI DISPONE che l’attività prevista nella pag. 3 “È consentita altresì la conduzione hobbistica di orti, vigneti ed ortufrutticole in genere, in attualità di coltura e per interventi agronomici non rinviabili.” DEVE  IMMEDIATAMENTE INTENDERSI VIETATA.


22/03/2020 - Covid-19, nuova ordinanza su spostamenti.

Da oggi è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Lo stabilisce l'ordinanza adottata congiuntamente dal ministro della Salute e dal ministro dell'Interno che rimarrà efficace fino all'entrata in vigore di un nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri, di cui all'articolo 3 del decreto legge numero 6/2020.

leggi l'ORDINANZA


22/03/2020 - Ulteriori restrizioni per le attività produttive.

Governo decide chiusura attività produttive non essenziali o strategiche. Aperti alimentari, farmacie, negozi di generi di prima necessità e i servizi essenziali.

“Non abbiamo alternative, in questo momento dobbiamo tutelare noi stessi e le persone che amiamo. Per questo il Governo ha deciso di compiere un altro passo: chiudere sull’intero territorio nazionale ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria, cruciale, indispensabile a garantirci beni e servizi essenziali”.

Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte la sera del 21 marzo in diretta, dopo una giornata di lavoro con sindacati e associazioni di categoria per stilare un elenco dettagliato delle attività essenziali.

Continueranno a restare aperti:

  • tutti i supermercati e i negozi di generi di prima necessità, senza restrizioni di giorni e orari, dunque non c’è ragione di fare corse e code per gli acquisti;
  • farmacie e parafarmacie;
  • servizi bancari, postali, assicurativi, finanziari;
  • tutti i servizi essenziali come i trasporti;
  • le attività accessorie e funzionali a quelle essenziali;
  • le attività produttive rilevanti per la produzione nazionale al di fuori delle attività essenziali è consentito soltanto il lavoro in modalità smart working.

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO


21/03/2020 - Ordinanza del Ministro della Salute

Nuove restrizioni in tutta Italia per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 sono state adottate questa sera con un'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza.

Di seguito le misure stabilite nell'ordinanza, che avranno validità fino al 25 marzo:

  • E' VIETATO l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;
    NON E' CONSENTITO svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto;
  • E' CONSENTITO svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;
  • SONO CHIUSI gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all'interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consiunarsi al di fuori dei locali;
  • RESTANO APERTI quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
  • nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, E' VIETATO ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Leggi l'ORDINANZA

PAGINA DI RIFERIMENTO DEL MINISTERO DELLA SALUTE


21/03/2020 - Istituzione e attivazione del Centro Operativo Comunale (COC)

Il Sindaco, nella sua qualità di Autorità Comunale di Protezione Civile, con ordinanza n 4 del 19/03/2020 ha istituito ed attivato   il COC (Centro Operativo Comunale), per il supporto alle funzioni di direzione, coordinamento dei servizi di soccorso, tutela ed assistenza alla popolazione nell’ambito del territorio comunale, segnalazione alle Autorità competenti circa l’evolversi degli eventi e delle necessità, informazione alla popolazione sull'evolversi dell'emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Covid19-Coronavirus.

Composizione  Centro Operativo Comunale (COC)

Funzione  Ruolo Nominativo
Sanità e Assistenza sociale ed Unità di Coordinamento Sindaco Rita Pireddu
Assistenza Sociale alla Popolazione e Attività scolastica Responsabile del Servizio affari generali Roberta Masala
Controllo del territorio e Protezione Civile Comandante della Polizia Locale o suo delegato Elisabetta Contini
Tecnico/approvvigionamenti Responsabile del Servizio Tecnico Antonio Ibba
Comunicazione nelle persone Vice Sindaco Corrado Murgia
Supporto Assistenza Sociale Assessore Servizi Sociali Gabriele Caparrelli
Soccorso Croce Rossa Ufficio Periferico Croce Rossa - Soleminis Pietro Corona

ORDINANZA N 4


20/03/2020 - Proroga scadenza documenti.

A causa dell'emergenza sanitaria le scadenze di alcuni documenti come patente, revisione, documenti d’identità, foglio rosa, permessi e certificati, sono state prorogate. Nell'allegato è possibile cosultare l'elenco dei documenti e le relative scadenze.

ELENCO DOCUMENTI E SCADENZE


19/03/2020 - Modalità di acesso agli uffici comunali.

IL SINDACO informa che, ai fini della prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 “CORONAVIRUS”, l’accesso agli Uffici comunali è interdetto al pubblico dal 9 marzo fino a nuove disposizioni.

I servizi saranno comunque garantiti e le informazioni possono essere richieste telefonicamente o mediante posta elettronica. E’ possibile recarsi presso gli uffici comunali esclusivamente per le pratiche urgenti che necessitano della presenza fisica, previo appuntamento telefonico o e mail.

Per la consegna di documentazione o richieste è disponibile una cassetta posizionata nell’ingresso dell’edificio comunale, dove i cittadini potranno depositare, in busta chiusa, le proprie istanze.

AVVISO E CONTATTI UFFICI COMUNALI


17/03/2020 - Chiusura Piazze e parchi comunali.
Il SINDACO:

In ottemperanza ai decreti  del Presidente del Consiglio dei ministri del 8 e 9 marzo 2020, recanti misure urgenti in materia di contrasto, contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, i che è vietano ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico sull’intero territorio nazionale;

CONSTATATO che nonostante i divieti, imposti dalle attuali disposizioni di legge, emanate al fine di contrastare la diffusione del coronavirus COVID19, continuano ad essere posti in essere comportamenti non rispettosi delle disposizioni suddette. In particolare si riscontra la presenza di più persone, in particolare giovani adolescenti, nelle piazze e parchi del comune di Soleminis;

RITENUTO necessario adottare tutti i provvedimenti utili al contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, in ottemperanza a quanto disposto con il citato DPCM del 4 marzo 2020;

O R D I N A

La chiusura di tutte le piazze e di tutti i parchi presenti nel territorio comunale di Soleminis a partire dal 18 MARZO 2020.
Sarà pertanto VIETATO IL PASSAGGIO E LO STAZIONAMENTO NEI SUDDETTI SITI e la trasgressione comporterà l’applicazione delle misure punitivi disposte nei richiamati DPCM.

LINK ALLA PAGINA

ORDINANZA N.3


17/03/2020 - Modulo di autodichiarazione per gli spostamenti.

È on line il nuovo modello di auto-dichiarazione in caso di spostamenti che contiene una nuova voce con la quale l'interessato deve auto-dichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall'art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.C.M. 8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus 'COVID-19'. Il modello è disponibile al seguente link:

Modulo autocertificazione spostamenti editabile

SI RICORDA CHE: è permesso lo spostamento esclusivamente per urgenti e comprovate ragioni, ed in particolare per motivi di lavoro; per ragioni di salute (preferibilmente dopo aver contattato telefonicamente il proprio medico); per ragioni di necessità (ad esempio l’approvvigionamento di derrate alimentari, prodotti di uso quotidiano, farmaci, o per recarsi alle poste in caso di scadenze); per il rientro alla propria residenza o al proprio domicilio.

Restano fermi gli obblighi i divieti per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena.

SI CONSIGLIA di ridurre alle sole urgenze gli spostamenti dalla propria dimora ad esempio facendo la spesa una sola volta alla settimana, evitando le uscite quotidiane o più volte al giorno.

SI RICORDA CHE: sono sempre vietati gli assembramenti, nelle piazze, nei parchi e nelle strade anche durante l’attesa per l’accesso alle attività commerciale, o altro servizio pubblico o privato, dove è obbligatorio il mantenimento della distanza di sicurezza di almeno un metro.

Sono vietati gli spostamenti e le uscite senza una valida ragione o comprovata necessità.

Il mancato rispetto delle prescrizioni può comportare SANZIONI AMMINISTRATIVE E PENALI, oltre a causare gravi rischi per la salute propria o altrui.


17/03/2020 - Misure per il contenimento della diffusione ed il contagio.

MISURE PER IL CONTENIMENTO (PAGINA MINISTERO DELLA SALUTE)

DOMANDE E RISPOSTE SUL CORONAVIRUS

EMERGENZA CORONAVIRUS PROTEZIONECIVILE SARDEGNA

VADEMECUM PROTEZIONE CIVILE SARDEGNA

COVID19_DECRETI, ORDINANZE, PROVVEDIMENTI

COVID19_ORDINANZE DEL SINDACO

  

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE SARDEGNA N17 del 04 aprile 2020 Formato pdf 167 kb
DOMANDA BUONI SPESA Formato doc 824 kb
ACCORDO QUADRO per l’erogazione della Cassa Integrazione in Deroga in Sardegna Formato pdf 248 kb
ELENCO DOCUMENTI E SCADENZE DEL MINISTERO DEI TRASPORTI Formato pdf 537 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto